IKEA_Sustainability_Report_Switzerland_7.jpg

IKEA Svizzera pubblica il suo primo report sulla sostenibilità

Spreitenbach - 20-4-2022 | Sostenibilità
In quanto impresa globale IKEA vuole diventare un’organizzazione a impatto positivo sul clima entro il 2030 e al contempo crescere. Di conseguenza IKEA Svizzera intraprende molte iniziative per creare un futuro più sano, sostenibile ed equo per la società e per l’ambiente. «Siamo fermamente convinti di dover agire sulle cause del nostro bilancio climatico nella nostra catena di creazione del valore o collegate alla nostra clientela, ai fornitori e agli ambiti dell’approvvigionamento», afferma Jessica Anderen, CEO e Chief Sustainability Officer di IKEA Svizzera. «Solo così possiamo diventare un’impresa interamente sostenibile anche in Svizzera.» IKEA Svizzera ha quindi deciso di redigere e pubblicare un proprio report sulla sostenibilità riferito all’impegno in questo senso in Svizzera. Nel report l’impresa desidera mettere in evidenza i passi avanti compiuti e allo stesso tempo rivelare gli ambiti in cui c’è ancora potenziale di miglioramento.

Un’idea di sostenibilità ampia
«Oltre alla riduzione delle emissioni proprie, IKEA ha la possibilità di ispirare anche le tante persone che raggiunge ogni giorno ad agire in modo più sostenibile nella quotidianità», spiega Franziska Barmettler, responsabile della sostenibilità presso IKEA Svizzera. «IKEA desidera dare varie opportunità alle persone in Svizzera di vivere in modo più sano e consapevole, a prescindere dalle proprie possibilità economiche. Perché la sostenibilità deve essere accessibile a tutti. Perciò IKEA lavora continuamente a nuove soluzioni che siano positive per le persone e per l’ambiente, tra cui il servizio «Seconda vita» di riacquisto dei mobili, i Circular Hub in negozio, una piattaforma online per i mobili usati e l’ampliamento dell’offerta di alimenti a base vegetale.»
 
Oltre all’impronta climatica locale, il report tratta dei progressi in termini di parità di genere, di responsabilità sociale, di economia circolare e molto altro. Nel percorso verso un futuro più sostenibile, molti ingranaggi sono già stati messi in moto e alcuni traguardi sono stati raggiunti, tra cui le misure per uno sfruttamento attento delle risorse come la riduzione dei rifiuti alimentari. Il primo report sulla sostenibilità svizzero del negozio fa riferimento alle attività dell’esercizio 2021.
 
Con i suoi obiettivi nazionali, IKEA Svizzera sostiene anche gli obiettivi di sostenibilità globali: tutte le informazioni sulle attività e le iniziative internazionali si trovano nel report sulla sostenibilità globale e nel report del gruppo Ingka.
 
Raggiunto l’obiettivo di dimezzare gli sprechi alimentari
Circa un terzo di tutti gli alimenti prodotti e raccolti nel mondo viene buttato via, causando tra l’8 e il 10 per cento delle emissioni di gas serra globali. Per questo IKEA Svizzera si è posta l’obiettivo di dimezzare i rifiuti alimentari nella produzione entro la fine del 2022. Già dal 2017 è stato possibile ridurre notevolmente la quantità di sprechi alimentari con numerose iniziative. Sulla base dei dati di luglio 2021 si è perseguito quindi l’obiettivo di dimezzarli. I negozi svizzeri hanno iniziato a impegnarsi in tal senso a settembre del 2021. A fine marzo 2022 l’obiettivo è stato pienamente raggiunto. Così in questo periodo è stato possibile risparmiare più di 72’800 pasti e circa 125 tonnellate di CO2 equivalenti.
 
In ciascuno dei suoi 9 negozi IKEA Svizzera gestisce un bistro, un ristorante per la clientela e uno per il personale. Inoltre ci sono alimenti e specialità dalla Svezia nel Negozio Svedese. IKEA punta su soluzioni ecologiche in tutte le aree operative. Anche nell’ambito del food quindi dovrà agire tutelando le risorse: entro il 2025 la metà delle principali pietanze offerte nei ristoranti e l’80% di tutti gli alimenti confezionati offerti dovranno essere di origine vegetale. Di ciò fa parte anche la sensibilizzazione del personale e della clientela per evitare il più possibile lo spreco di cibo. 
 
I rifiuti alimentari nella produzione di IKEA, in collaborazione con l’impresa tecnologica Winnow, vengono pesati su bilance dotate di intelligenza artificiale per raccogliere dati su cosa viene sprecato e perché. La misura innovativa è accompagnata da un esaustivo programma di formazione per i collaboratori e le collaboratrici.
 
Report sulla sostenibilità d’IKEA Svizzera
<figure><img alt="" src="/filemanager/contacts/dominique.png" /></figure> <article> <h4>Prodotti e Immagini</h4> <p>Dominique Lohm, Addetta Stampa IKEA Svizzera<br /> M&uuml;slistrasse 16, 8957 Spreitenbach</p> <dl> <dt>Mobile:</dt> <dd>+41 79 410 23 69</dd> <dt>E-Mail:</dt> <dd><a href="mailto:dominique.lohm@ingka.ikea.com">dominique.lohm@ingka.ikea.com</a></dd> </dl> </article>